Notte d'Aprile

cammino sotto lo sguardo della luna
che gioca specchiandosi
nelle acque calme delle risaie
la giovane erba morbida
si piega al mio passaggio
mentre una tiepida brezza
anticipo d’estate
accarezza il mio corpo
il fruscio dell’acqua
si confonde con il canto delle rane
per un istante il mio respiro
è quello della terra
e tutto è pace
e tutto è lontano

maurizio