ernesto che guevara

lettera a ernesto

cos’hai pensato
ernesto in quella notte
calda e afosa
respiro affannoso di giorni
fuggiti nel vento latinoamericano
insetti e sudore
e il grido assordante di uccelli
d’acciaio nordamericano
forse domani la preda sarà loro…
cos’hai visto giovane sognatore
in quell’estate latinoamericana
mentre correvi attraverso un continente
su carrere polverose, indios chini nei campi
lebbrosari ,e automobili nordamericane
sfreccianti, protette da soldati
con volti uguali a quelli
dei contadini…
cosa hai pensato ernesto…
strappare il mondo all’ingiustizia
o forse solo un cielo
sgombro di nubi ..
dove sognare..

maurizio